La rivoluzione ‘slow’ del Monferrato

Le colline del Monferrato, cosa vedere in Piemonte

Le colline del Monferrato, in Piemonte, sono da sempre considerate come un territorio seducente, perché associano a paesaggi sereni, ricchi di verde e di vigneti la possibilità di visitare borghi affascinanti, un po’ fuori dal tempo se vogliamo, ma generosi nelle loro proposte di storia, arte, culture e tradizione enogastronomica. Il Monferrato sta vivendo un vero e proprio periodo d’oro, perché sempre maggiore è il turismo che lo interessa. Non si tratta di un turismo ‘ciociaro’, ma di un viaggio lento, sensoriale, legato alle bellezze del territorio e alla volontà di scoprire con calma ciò che di bello il nostro paese può offrirci.

Il turismo slow del Monferrato è stato incoraggiato dalla nascita di tante associazioni che si occupano di indirizzare i viaggiatori nei luoghi giusti, proponendo percorsi naturalistici che possono essere sperimentati a piedi, ma anche in bicicletta e che si propongono di fare scoprire le eccellenze gastronomiche della regione.

Dal tartufo di Alba fino alla carne cruda del Piemonte, dalle nocciole delle Langhe fino al cioccolato che qui regna sovrano, tante sono le leccornie che possono essere gustate in questo territorio, tutte accompagnate dai vini della tradizione piemontese come il Barolo o il Barbera solo per citare gli esempi più acclamati. E così i piaceri della tavola diventano uno dei motivi principali, ma non il solo, per scegliere di visitare il Piemonte.

Interessante si propone l’operazione condotta dall’associazione “Camminare Lentamente” di Villanova d’Asti, un progetto che mira a favorire il turismo slow, la bellezza delle passeggiate fra le Langhe scoperta della natura del territorio. Il tutto si svolge nella massima tranquillità e ai partecipanti vengono proposte soluzioni che sanno associare il top della ristorazione e dell’alloggio con percorsi naturali guidati  e divisi per difficoltà e richiesta di impegno.

Il Roero, le Langhe e le colline del Monferrato, tra i più bei posti da visitare in Piemonte, diventano quindi lo scenario perfetto per chi vuole scoprire i gioielli naturali che si trovano in questa regione, ma anche il ricco patrimonio culturale ed eno gastronomico di queste terre, senza fretta ma con l’idea di coltivare la lentezza come valore sociale.